Navigazione veloce

Part-time

Chi può presentare la domanda

  • docenti (anche neo – immessi in ruolo) di ogni ordine e grado
  • personale delle istituzioni educative e dei conservatori ed accademie
  • personale A.T.A. delle scuole di ogni ordine e grado, con esclusione dei Direttori dei Servizi generali ed amministrativi
  • personale che sarà collocato in quiescenza dal 1° settembre 2013 e che chiederà il mantenimento in servizio con rapporto di lavoro a tempo parziale ( subordinato alla verifica delle condizioni di esubero, dopo le operazioni di mobilità)

Tempi

La scadenza è fissata al 15 marzo 2017. Si tratta di una scadenza annuale, fissata dalla circolare del O.M. n. 55 del 13/02/1998.

Come presentare la domanda

La domanda deve essere presentata, per il tramite del Dirigente scolastico della scuola di servizio, a questo ufficio.
Il part time dura due anni scolastici.
Al termine dei due anni non è necessaria alcuna richiesta di proroga se si decide di proseguire il rapporto di lavoro part time. Invece il ritorno al tempo pieno deve essere esplicitamente richiesto. La mancata richiesta del rientro è considerata una conferma del rapporto di lavoro a tempo parziale.
Possono essere accolte domande nel limite massimodel 25% della dotazione organica complessiva di personale a tempo pieno di ciascuna classe di concorso a cattedre o posti o di ciascun ruolo e, comunque, entro i limiti di spesa massima annua previsti per la dotazione organica medesima.

Orario di servizio

La durata minima delle prestazioni lavorative deve essere pari almeno al 50% di quella a tempo pieno.
Il tempo parziale può essere realizzato:
a) con articolazione della prestazione di servizio ridotta in tutti i giorni lavorativi (tempo parziale orizzontale);
b) con articolazione della prestazione su alcuni giorni della settimana, del mese, o di determinati periodi dell’anno (tempo parziale verticale)
c) con articolazione della prestazione risultante dalla combinazione delle due modalità indicate alle lettere a e b (tempo parziale misto), come previsto dal d.lgs. 25.02.2000, n. 61.
Bisogna in ogni caso tener conto delle particolari esigenze di ciascun grado di istruzione, anche in relazione alle singole classi di concorso a cattedre o posti, ed assicurare l’unicità del docente, per ciascun insegnamento e in ciascuna classe o sezioni di scuola dell’infanzia prevedendo a tal fine le ore di insegnamento che costituiscono la cattedra a tempo parziale.

Modulistica

Modello part-time

Contratto part-time ATA

Contratto_part-time DOCENTI

Decreto reintegro tempo pieno

Normativa di riferimento

Legge 28.12.1996, n. 662, art.1 (commi da 56 a 65 )

Circolare n. 2 del 19.2.1997 del Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Legge n. 140 del 28.5.1997, art. 6

O.M. n. 446 del 22.7.1997 (trasmessa dalla C.M. n. 449 del 23.7.1997)

O.M. n. 55 del 13.2.1998 (trasmessa dalla C.M. n. 62 del 18.2.1998)

Decreto legislativo n. 61 del 25.2.2000

Nota prot. n. 1584 del 29.7.2005

Decreto legge n. 112 del 25 giugno 2008 – art. 73

CCNL 29.11.2007: art. 37 (personale docente) e art. 58  (personale ATA)

Ultimi 3 articoli dei mesi precedenti

10 Feb 17 - Trasformazioni rapporto di lavoro da tempo pieno a part-time a.s. 2017/18

Trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale o rientro a tempo pieno del personale docente di ogni ordine e grado e del personale ATA

24 Feb 16 - Trasformazione rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale o rientro a tempo pieno – A.s. 2016/2017

Personale docente di scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di I e II grado e del personale ATA. Domande entro il 15 marzo

27 Ago 15 - Personale ATA in posizione di part-time – Rettifica

A parziale rettifica dell’elenco pubblicato il 24/08/2015 si riportano di seguito le modifiche apportate